Compare properties

Compare

No properties found to compare.

Immobiliare Polidori

Gruppo FAI Sabina – GIORNATE FAI DI PRIMAVERA. IL 15 E IL 16 MAGGIO VI ASPETTIAMO A MONTASOLA

Eccoci, ci siamo. Dopo la Conferenza stampa del Fai nazionale, che ha lanciato le Giornate di Primavera 2021 (oltre 600 aperture in 300 città) possiamo svelarvi il nostro piccolo mistero: quest’anno, il 15 e 16 maggio, il Gruppo Fai Sabina vi aspetta a Montasola, un piccolo borgo medievale arroccato su un colle a oltre seicento metri d’altezza, non lontano dal confine con l’Umbria. Vista l’emergenza Covid, anche questa primavera i posti sono limitati e vanno prenotati in anticipo sul Sito del Fai nazionale agli indirizzi che vi segnaliamo a fondo pagina.
Chi verrà a Montasola e percorrerà con noi le sue stradine in pietra e cotto troverà dentro la cinta delle mura un paese intatto e ben restaurato, con tre chiese (quella parrocchiale dei santi Pietro e Tommaso, quella di San Michele Arcangelo e l’Oratorio dell’Opera pia Cimini), il vecchio forno comune (ancora funzionante), l’antico ospedale e la farmacia.
Chi verrà a Montasola apprenderà la storia di Francesco Cimini, falegname del paese che, trasferitosi nel Seicento a Roma per lavoro, fece fortuna e lasciò al borgo natio tutti i suoi beni, oggi di proprietà del Comune. Chi verrà a Montasola ascolterà dalla voce di Maria Rosa Conti ed Enrico Scarinci (i pomeriggi del sabato e della domenica) la storia e la pratica del canto alla montasolina, un canto della tradizione contadina a due voci. Chi verrà a Montasola scoprirà che da qui venivano gli allori utilizzati nei trionfi romani e imparerà molto su questa nobile pianta che ha un suo posto importante nella storia dell’arte.
Nelle due giornate parleremo anche della storia di Montasola (lo faremo sabato alle 16,30 in un incontro con Carlo Virili e Viviana Petraroli, archeologi dell’UniversitĂ  di Roma – La Sapienza) e ci sarĂ  un doppio appuntamento per celebrare la pianta che è simbolo del paese: verranno messe a dimora le numerose piantine di alloro donate dal Raggruppamento Carabinieri BiodiversitĂ  di Pieve Santo Stefano, creando un vero e proprio boschetto nella zona del Parco del Monte, e in quell’occasione (domenica alle 16) Andrea Di Salvo, curatore della rubrica e del blog Viride, ci parlerĂ  delle molte personalitĂ  dell’alloro.
Per chi abbia deciso di venire durante le Giornate di Primavera a Montasola, dopo il giro del borgo c’è la possibilitĂ  di visitare il Giardino Colle Mola, una piccola oasi di biodiversitĂ  che si trova a circa 2 km dal borgo di Montasola. L’appuntamento è una “chicca” per appassionati di piante, di rose (siamo a maggio…) ma non solo. Sono circa 1.500 le piante presenti nel giardino creato e curato dalla signora Anna Rita Di Giovanni. Ogni mese il Giardino ha le sue fioriture: a maggio è possibile ammirare il tripudio delle numerose varietĂ  di rose e dei glicini: una festa di colori e di profumi, un’esperienza sensoriale e un luogo di conoscenza.
Per prenotare la visita del borgo di Montasola (che dura circa un’ora e parte ogni mezz’ora con massimo quindici persone) bisogna cliccare sul seguente indirizzo (https://www.fondoambiente.it/…/la-terrazza-sulla-sabina…); per la prenotazione della visita del Giardino Colle Mola (una visita ogni ora per dieci persone), l’indirizzo su cui cliccare è invece (https://www.fondoambiente.it/luoghi/giardino-colle-mola?gfp). Un consiglio: i posti disponibili non sono poi tanti, non aspettate troppo a prenotare la vostra visita…
You don't have permission to register